Isteroscopia

Isteroscopia

Isteroscopia

L’isteroscopia è un esame diagnostico utilizzato per esaminare la cavità uterina che, a questo scopo, viene dilatata delicatamente mediante l’infusione di acqua sterile (soluzione fisiologica). Per la sua esecuzione si utilizza l’isteroscopio, uno strumento costituito da un sottile telescopio del diametro di circa 3 mm, inserito attraverso la vagina e il collo dell’utero. L’utilizzo di una guaina monouso protegge da ogni rischio di infezione, rendendo l’esame ancora più sicuro.

Mediante l’isteroscopia diagnostica è possibile evidenziare malformazioni uterine quali utero setto, subsetto o bicorne, e patologie della cavità dell’utero come polipi o fibromi; è indicata nello studio delle cause di infertilità ed in caso di sanguinamenti uterini anomali, specialmente dopo la menopausa.

L’isteroscopia è un esame mininvasivo, poco doloroso. L’assunzione di un antidolorifico prima dell’esame può ridurre il fastidio a seguito della procedura. Occasionalmente può essere usato un anestetico locale.

Non può essere eseguita in gravidanza, quindi questa condizione deve essere esclusa prima della procedura.